Menu

Accordo volontario “Venice Blue Flag 2019”

Il Comune di Venezia, l'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale - Porti di Venezia e di Chioggia e 38 compagnie di navigazione, in collaborazione con la Capitaneria di Porto, hanno sottoscritto a Ca' Farsetti l'Accordo volontario “Venice Blue Flag 2019”. Alla firma erano presenti l'assessore comunale all'Ambiente, Massimiliano De Martin, il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale, Pino Musolino, i rappresentanti delle compagnie crocieristiche - ai quali è andata una targa nominativa -, il direttore Clia Italia, Francesco Galietti, in rappresentanza delle compagnie crocieristiche e il contrammiraglio della Capitaneria di Porto, Piero Pellizzari.

“Per l'Amministrazione comunale - ha dichiarato l'Assessore De Martin - è stato importante riconfermare la valenza dell'accordo fino a fine anno, pur consapevoli del fatto che l'attività crocieristica cala nei mesi invernali, perché vogliamo che l'attenzione per l’ambiente sia garantita sempre. Inoltre l’Accordo Blue Flag 2019 prevede una gradita novità: le compagnie di navigazione, si sono impegnate a divulgare nei propri canali di comunicazione (es. maxi-schermo delle navi in arrivo), un filmato animato realizzato dall’Amministrazione Comunale di Venezia e tratto dalla campagna di sensibilizzazione #EnjoyRespectVenezia, al fine di orientare i visitatori verso l’adozione di comportamenti responsabili e rispettosi dell’ambiente e degli abitanti”

“Garantire la sostenibilità ambientale è per l’Autorità di Sistema Portuale non solo un obbiettivo strategico, ma una pratica quotidiana - ha ribadito il Presidente del Porto Pino Musolino - e la sottoscrizione dell’Accordo volontario Venice Blue Flag 2019 ne è concreta espressione. Un risultato possibile grazie alla stretta, preziosa collaborazione fra il nostro Ente, l’Amministrazione comunale e le Compagnie di navigazione. Senza dimenticare la collaborazione avviata con la Capitaneria di Porto di Venezia per la gestione dell’algoritmo, introdotto a partire dal 1 luglio dello scorso anno, che prevede, di anno in anno, la definizione di criteri sempre più restrittivi, sia sotto il profilo dell’armamento, sia sotto il profilo emissivo, per l’ingresso in laguna delle navi da crociera”.

Con la firma dell’Accordo “Venice Blue Flag 2019”, le compagnie di crociera si sono impegnate a far funzionare i motori principali e ausiliari delle loro navi con combustibile per uso marittimo con tenore di zolfo non superiore allo 0,1 % in massa e questo non solo all’ormeggio, ma anche durante la navigazione e le fasi di manovra all’interno dell'area portuale di Venezia. Stesso impegno anche per i rimorchiatori durante le operazioni legate al transito delle navi.

Le regole da seguire fino al 31 dicembre 2019, volte a individuare misure di mitigazione degli impatti delle attività portuali, riguardano principalmente:

  • la qualità dei carburanti: combustibile per uso marittimo con tenore di zolfo non superiore allo 0,1 %;
  • le norme di gestione delle macchine di bordo: riduzione delle emissioni nocive dei gas di scarico delle stesse;
  • l’attività di vigilanza: le compagnie di navigazione firmatarie accettano che sia comunicato periodicamente all’Autorità di Sistema portuale di Venezia e al Comune di Venezia la conformità dei controlli effettuati dalla Capitaneria di Porto di Venezia, ai fini della pubblicazione sui loro siti web istituzionali. L’Autorità di Sistema portuale di Venezia è garante circa la comunicazione dei dati da parte dei soggetti interessati



Commenti disattivati

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: