Menu

Martedì 28 maggio, alle 17.30, Debora Minotti illustrerà il restauro del “Ritratto di Milady” di AntonioPellegrini

“SEBASTIANO RICCI – Rivali ed Eredi” – Incontri di approfondimento

 

 

 

 

Nell'ambito della rassegna di incontri proposti in occasione dell’esposizione “Sebastiano Ricci. Rivali ed Eredi. Opere del Settecento della Fondazione Cariverona”, in corso di svolgimento fino al 22 settembre a Palazzo Fulcis a Belluno martedì 28 maggio, alle 17.30, la restauratrice Debora Minotti parlerà di uno dei quadri più importanti della Collezione di Fondazione Cariverona arrivati nella mostra: il ritratto femminile con ancelle di Antonio Pellegrini, popolarmente conosciuta come il ritratto di Milady.

Si tratta di un’opera estremamente particolare, sia per la tipologia del ritratto che per la tecnica adottata. Il restauro e le indagini tecniche condotte consentono di capire qualcosa in più sulla natura e la storia di quest'opera, che si è vista davvero raramente. Molto nota agli esperti, da tempo non era più visibile al pubblico.

Il restauro ha ridato alla celebre Milady l’incarnato roseo che le apparteneva e ha riportato l’intero dipinto alle tonalità delicate originali.

Il mistero intorno alla nobile dama protagonista del dipinto resta, però, fitto: non c’è infatti ancora alcuna certezza su chi sia la Milady rappresentata da Antonio Pellegrini, nel suo eccezionale ritratto, riconducibile al secondo periodo inglese del Maestro, intorno al 1719.

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.



Commenti disattivati

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: