Menu

Venti colombe, provenienti dai migliori laboratori artigianali d’Italia, in una degustazione alla cieca

LA MIGLIOR COLOMBA PASQUALE D’ITALIA? E’ CREATA DA “OLIVIERI 1882”

E' veneta e precisamente di Arzignano, nel vicentino la miglior colomba pasquale d'Italia.

A realizzarla, secondo gli esperti del Gambero Rosso, sono stati i maestri pasticceri della “Olivieri 1882”, realtà nata 137 anni fa e capace di sbaragliare la concorrenza. LA SELEZIONE: Un riconoscimento importante, quello ottenuto dalla storica attività arzignanese, arrivato al termine di una rigidissima selezione che ha portato i giudici del Gambero Rosso ad assaggiare venti colombe, provenienti dai migliori laboratori artigianali d’Italia, nel corso di una degustazione alla cieca andata in scena nei giorni scorsi a Roma. Assaggio dopo assaggio, gli esperti hanno decretato la vittoria della colomba di Pasqua della “Olivieri 1882” descrivendola in maniera precisa, esaltandone le caratteristiche e i punti di forza: IL COMMENTO DEGLI ESPERTI: “Una reginetta di bellezza tra le colombe - si legge nel commento degli esperti del Gambero Rosso - slanciata, composta, con le ali staccate, lavorata dunque in due impasti differenti. Insomma, una colomba che si fa notare, con una lievitazione ben espressa, la glassa chiara croccante con mandorle pelate e zuccherini di taglio grande. L’impasto è giallo intenso, esprime una lievitazione vitale con alcuni strappi vorticosi nell’alveolatura, corretta nella cottura”. A far vincere la “Olivieri 1882” non è stato però solo l’aspetto, ma anche e soprattutto la qualità dei prodotti e la particolarità del suo gusto: “Al naso c’è un buon profumo di burro buono, farina, di lievito ben gestito, vaniglia e buona pasticceria - proseguono ancora gli esperti del Gambero Rosso - profumi molto caratteristici, gentili e rassicuranti. La trama è setosa e morbida, con una bellissima masticabilità. Non si vedono i canditi ma se ne percepisce la nota agrumata. Il gusto è equilibrato e pieno, e si individua l’ottima materia prima. Una colomba elegante, accogliente, fresca e, ribadiamo, molto equilibrata. Nei voti del panel, quella di Olivieri – Nome poco conosciuto nella sfera dei grandi lievitati nonostante con tutte e due le mani nell’arte bianca dal 1882 – largamente la migliore quest’anno”. LA STORIA DI “OLIVIERI 1882”: Parole che gratificano la famiglia Olivieri che ad Arzignano, con Luigi nel 1882, aprì il primo forno. Una storia proseguita poi con Bianco, Oliviero Olivieri e i figli Nicola e Andrea. Il titolo di “miglior colomba di Pasqua d’Italia” arriva dopo una serie di riconoscimenti altrettanto importanti ottenuti nel corso degli ultimi anni. Nel 2017 Olivieri 1882 venne premiata tra le migliori colazioni italiane sempre secondo il Gambero Rosso; più volte inoltre pandoro e panettone di “Olivieri 1882” hanno toccato i piani alti della classifica Gambero Rosso e di numerosi altre pubblicazioni ed esperti del settore. COME ASSAGGIARLA: Un riconoscimento, quello appena vinto dalla colomba pasquale di “Olivieri 1882” che ha portato ad un’ulteriore crescita esponenziale degli ordini: “Siamo felici - fanno sapere dalla famiglia Olivieri - ma è chiaro che questo primato ha aumentato in maniera notevole le richieste. Speriamo di riuscire ad accontentare tutti i clienti, sia quelli che ci vengono a trovare fisicamente ma anche tutti coloro che ordinano i nostri prodotti attraverso il nostro portale www.olivieri1882.com. Questo riconoscimento - concludono - è la dimostrazione che grazie alla passione, alla ricerca della qualità delle materie prime e al rispetto delle tradizioni, le soddisfazioni e le gratificazioni arrivano”.



Commenti disattivati

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: