Menu

Soprattutto negli ultimi anni si sente parlare sempre più spesso di cellule staminali contenute in creme e trattamenti, per la pelle ed i capelli. Vediamo cosa sono ed i benefici che possono regalare nella cosmesi dedicata all’antietà.

PELLE E CAPELLI, ARRIVANO LE CELLULE STAMINALI

CELLULE STAMINALI E PELLE

Le cellule staminali sono cellule “madri”, non specializzate, cioè che non hanno ancora una funzione specifica nell’organismo ma la loro funzione essenziale è quella di creare altri tipi di cellule. Dunque, le cellule staminali sono quelle dalle quali tutto trae origine grazie alla loro capacità di moltiplicarsi velocemente e di auto-riprodursi dando origine a copie di se stesse o ad altre cellule specializzate come quelle dei vari organi e tessuti. Un’altra capacità delle cellule staminali è quella riparatrice, ovvero di sostituire le cellule morte o non più funzionanti. Nella pelle, queste cellule forniscono le molecole necessarie per innescare la produzione di collagene ed elastina e se la pelle viene danneggiata, anche dai raggi solari o dai radicali liberi, la cellula stessa provvede ad auto-ripararsi oppure muore. In questo momento intervengono le staminali, sostituendo la cellula danneggiata con una nuova e sana.

COME SI RICAVANO LE CELLULE STAMINALI PER USO COSMETICO?

La normativa di settore vieta l’impiego di cellule staminali umane nei cosmetici. L’interesse, quindi, si è subito spostato sulle cellule staminali vegetali che vengono estratte da diverse tipologie di piante, la prima è stata una particolare specie di mela svizzera, ma anche la stella alpina, il mirtillo, il lampone e molte altre specie. Le zone da cui si ricavano le cellule staminali sono diverse in base al tipo di pianta: si possono prelevare dai germogli, dalle radici o dal frutto stesso, sono i singoli ricercatori che, di volta in volta, devono trovare la parte migliore da cui estrarre le cellule in questione. Prima di essere utilizzate nella formulazione di una crema, queste cellule passano attraverso numerosissimi controlli, processi di purificazione e depurazione, per questo possono essere utilizzate in tutta sicurezza e senza alcun rischio.

CELLULE STAMINALI VEGETALI, FATTORI DI CRESCITA DELL’ EPIDERMIDE

Nel corso degli anni, scienziati e ricercatori hanno evidenziato diversi effetti positivi delle cellule staminali vegetali sulla pelle, ci sono dei fondamenti scientifici e degli studi assolutamente affidabili che dimostrano come queste sostanze utilizzate nei cosmetici possono essere funzionali e apportare benefici alla pelle. L’ aspetto più importante riguarda la funzione antietà di queste cellule, che contengono una percentuale importante di sostanze EGF (Epidermal Growth Factor, ovvero fattori di crescita dell’epidermide) molto simili a quelle umane, responsabili della ricrescita e del trofismo dei tessuti e che, quindi, trovano impiego nel trattamento dell’invecchiamento cutaneo. Nonostante quest’ affinità, le cellule staminali vegetali non possono in nessun modo sostituirsi a quelle umane, ma una volta inserite nei cosmetici possono dare una forte spinta al rinnovamento cellulare della nostra pelle, in altre parole si può dire che le cellule staminali vegetali fungono come una tazzina di caffè per dare energia al nostro viso.

PUNTURINE DI CELLULE STAMINALI CONTRO LA PERDITA DEI CAPELLI

Se il follicolo si ammala non nutre il capello e quindi questo cade e non ricresce. In medicina estetica si è visto che le cellule staminali iniettate nei follicoli delle zone soggette a calvizie sono in grado di aiutare significativamente a regolarizzare i cicli di crescita stimolando la formazione di capelli robusti ed aiutando i follicoli a svolgere meglio le loro funzioni. Il posto più semplice da cui si possono prelevare le cellule staminali è il sangue del soggetto sottoposto a trattamento, questo viene reso possibile attraverso un particolare processo di centrifugazione del sangue chiamato sistema HCRP, che permette di separare le cellule CD34+, cellule specifiche in grado di aiutare i capelli ma non di stimolare altri tessuti.  Nel caso in cui sia necessario uno stimolo rigenerativo maggiore, perché sono presenti delle cicatrici o la calvizia è molto avanzata, si rende necessario un prelievo dal tessuto adiposo del paziente. Grazie ad una sofisticata tecnologia è possibile prelevare senza dolore un'enorme quantità di cellule staminali mesenchimali e altre cellule importantissime chiamate proadipociti e periciti, che contribuiscono ad aumentare straordinariamente il potenziale rigenerativo.



Commenti disattivati

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: