Menu

La pressoterapia è un trattamento molto efficace per drenare i liquidi dai tessuti e per migliorare il funzionamento del sistema circolatorio e linfatico. Scopriamo come funziona, quali sono i benefici e le possibili controindicazioni di questa tecnica.

GAMBE LEGGERE CON LA PRESSOTERAPIA

COS’E' LA PRESSOTERAPIA?

Come si intuisce dal termine, questa tecnica agisce tramite pressione esercitata da speciali cuscinetti applicati sul corpo e collegati elettricamente ad una macchina che gonfia e sgonfia l’apparecchiatura, in corrispondenza di determinati centri linfatici e circolatori. La pressoterapia è quindi un vero e proprio trattamento benessere che facilita l’eliminazione di liquidi e tossine dal corpo in modo naturale, senza l’uso di medicinali e che migliora di conseguenza gli inestetismi estetici di più frequente riscontro: cellulite e ritenzione di liquidi.

COME SI SVOLGE IL TRATTAMENTO?

Questo trattamento è paragonabile ad una sorta di massaggio drenante, ma più complesso e mirato. Si procede facendo indossare al cliente degli applicatori divisi solitamente in 4 sezioni e gonfiati gradualmente in base all’inestetismo che si vuole trattare. Quello che ne deriva è un massaggio a ‘onda’ durante il quale i cuscinetti emettono getti d’aria a pressione sulle zone da trattare.  Una seduta di pressoterapia dura dai 20 ai 45 minuti nel corso della quale si possono abbinare programmi di compressione diversa ed il ciclo consigliato è di 10-15 sedute con una frequenza di 2-3 volte la settimana. Prima di eseguire il trattamento è possibile applicare sui gangli linfatici qualche goccia di una sinergia di oli essenziali drenanti o stimolanti ed eseguire manovre manuali di drenaggio su: caviglia, cavo popliteo, inguine, arti superiori e collo. Per motivi igienici, durante il trattamento, il cliente indossa una tuta monouso in modo che nessuna parte dell’apparecchiatura sia direttamente a contatto con la pelle. Inoltre è possibile abbinare alle sedute di pressoterapia dei bendaggi con soluzioni gel oppure fanghi. La pressoterapia non richiede nessuna preparazione particolare a chi si sottopone, ma vista la sua azione fortemente drenante si consiglia di urinare prima della seduta.

PRESSOTERAPIA E BENEFICI

La pressoterapia è comparsa nel mondo estetico circa 15 anni fa. Si tratta di una apparecchiatura che ha suscitato un notevole interesse e riscosso molto successo poiché trasmette una immediata sensazione di benessere, con buoni risultati e di facile applicazione. Se eseguita con regolarità da un professionista esperto, questo trattamento genera miglioramenti in caso di:

Ø  edemi venosi e linfedemi post-operatori (mastectomia, liposuzione, liposcultura)

Ø  ritenzione idrica

Ø  cellulite edematosa

Ø  post parto, dopo 40 giorni

Ø  stress

Ø  intestino pigro; la pressione esercitata sull’addome stimola la peristalsi ed aiuta a riattivare il transito intestinale.

PRESSOTERAPIA, CAPILLARI FRAGILI E CONTROINDICAZIONI

Anche se non è espressamente vietata in caso di fragilità dei capillari, in alcuni casi particolari la pressoterapia può peggiorare questa condizione ed essere sconsigliata. Pertanto è fondamentale sottoporsi preventivamente ad una visita flebologica mirata ad individuare eventuali problematiche. In generale, però, la pressoterapia non ha controindicazioni particolari, ma non può essere utilizzata dalle donne durante i primi 3 mesi di gravidanza ed i primi 40 giorni dopo il parto, oppure da chi soffre di determinate patologie, quali:

Ø  flebite, vene varicose e trombosi

Ø  insufficienza renale o epatica

Ø  cardiopatie

Ø  neoplasie maligne



Commenti disattivati

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: