Menu

La Giunta comunale, riunitasi ieri nella sede municipale di Mestre, ha approvato, su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici, Francesca Zaccariotto, quattro delibere riguardanti la gestione territoriale del centro storico e delle Isole di Venezia per un totale di 3,3 milioni di euro.

La Giunta stanzia 3,3 milioni di euro per le manutenzioni della città storica, delle isole della Laguna Nord, del Lido, di Pellestrina. Zaccariotto: “Continua l’impegno dell’Amministrazione”. Picco: “In un anno 2.184 segnalazioni con intervento di Insula”

Nello specifico si tratta di due delibere riguardanti il centro storico per le quali la Giunta ha dato il via libera ai progetti di fattibilità tecnico-economica: la prima fa riferimento a Venezia Nord (sestieri Cannaregio, San Marco, Castello e Sant'Elena) per un totale di 1,3 milioni di euro, mentre la seconda riguarda Venezia Sud (sestieri di Dorsoduro, Santa Croce, San Polo e Giudecca, compresi i ponti sul Canal Grande), per 1,2 milioni.
In particolare si procederà con manutenzioni della viabilità pedonale (pubblica o privata soggetta a servitù di pubblico passaggio) e acquea (solo per lo scavo dei rii e la sistemazione dei muri di sponda interni). Inoltre si procederà con la manutenzione delle fognature pubbliche a gravità (a gattolo e a tubo e delle relative opere elettromeccaniche), delle ringhiere, parapetti, iscrizioni stradali, segnaletica orizzontale e verticale, vere da pozzo ed elementi di arredo urbano.
Per le altre due delibere, la Giunta ha, invece, approvato i progetti definitivi per la gestione territoriale delle isole della Laguna Nord (Mazzorbo, Burano, Murano, Torcello, Sant'Erasmo e Vignole) per un valore di 300mila euro e delle isole del litorale di Lido e Pellestrina per ulteriori 500mila euro.
Nello specifico si interverrà, oltre che con interventi già individuati con le due precedenti delibere, con:
la manutenzione della viabilità carrabile pubblica di Sant'Erasmo, del Lido e Pellestrina (compreso lo spargimento di sale e lo spalamento di neve o ghiaccio);
la gestione delle fognature a gravità e in pressione, degli impianti di sollevamento e della cabina di telecontrollo di Burano, Mazzorbo e Pellestrina;
“Continua l’attività della Giunta e di tutta l’Amministrazione al fine di garantire a tutta la città, sia essa nella sua parte storica e insulare oppure nella sua parte di terraferma, le opportune e doverose manutenzioni per garantirne la sicurezza e la vivibilità – commenta l'assessore Zaccariotto - Questi stanziamenti, assieme a quanto abbiamo già destinato nel passato, certificano un nostro impegno costante per fare di Venezia un luogo curato dove poter risiedere e dove l’Amministrazione comunale, a differenza del passato, sta investendo milioni di euro. Anche in questo modo potremmo attirare nuovi cittadini, invogliati a venire a vivere in una città resiliente che investe denaro per garantire, a chi la abita, un ambiente all’altezza di una delle città più belle del mondo”.
Tutte e quattro le delibere prevedono interventi affidati a Insula Spa.
“La gestione territoriale della laguna che la Giunta ha approvato con questo pacchetto di delibere – commenta Nicola Picco, presidente del Cda di Insula - riguarda, per la maggior parte, i cosiddetti 'interventi a chiamata', ovvero tutte quelle manutenzioni ordinarie che vengono segnalate a Insula o da soggetti pubblici come l’Amministrazione comunale o direttamente dai cittadini e che noi, prontamente, provvediamo a sistemare. Le segnalazioni possono avvenire tramite numero verde oppure mail. Il numero verde per le gestioni territoriali funziona 24 ore su 24. Nelle ore notturne le chiamate vengono passate direttamente alla ditta esecutrice degli interventi, mentre di giorno risponde un call center che cerca di filtrarle e smistarle agli uffici competenti al fine di velocizzarne il processo di risoluzione. Sempre per quanto riguarda la gestione territoriale, il 35% delle segnalazioni riguarda problematicità legate alle pavimentazioni, il 22,5% le fognature e le caditoie, il 9% i ponti, il 6% la pavimentazione stradale, il 5% le opere di arredo urbano e il resto altre varie tipologie".
"Un lavoro puntuale e preciso che nel corso del 2018 ha visto arrivare, per Venezia e isole, le segnalazioni di 2184 cittadini - continua Picco - In particolare 976 riguardanti la Gestione Venezia nord, 670 la Gestione Venezia sud; 378 a Lido e Pellestrina, 167 nelle isole lagunari. Delle segnalazioni totali, 811 riguardano la pavimentazione (37,1%), 405 le caditoie, le fognature, gli impianti di sollevamento o depurazione, la rete mista o pluviale (18,6%), 180 la pavimentazione stradale (8,2%), 146 i ponti e i pontili (6,7%), 123 l’arredo urbano e la segnaletica (5,6%), 56 i muri di sponda (2,6%), 463 altri interventi (21,2%). Come Insula S.p.A. abbiamo calcolato che riusciamo a dare risposte concrete al 70% delle segnalazioni. Un dato che, però, equivale a quasi il 100% delle segnalazioni per le quali oggettivamente si può intervenire. Infatti il restante 30% riguarda segnalazioni che vengono ripetute, altre che non sono di nostra competenza e che pertanto, attraverso il sistema Iris, facciamo arrivare all’ente di competenza. Infine le segnalazioni che si riferiscono ad interventi importanti, come per esempio il rifacimento di tutta la calle, oppure la manutenzione della fognatura in un determinato tratto, diventano la base su cui sviluppare progetti specifici puntuali per i quali serve chiedere un finanziamento specifico all’Amministrazione: questo è successo, ad esempio, con le recenti asfaltature del Lido, dove la Giunta ha stanziato 900mila euro per risolvere un problema che era impensabile riuscire a risolvere con i fondi della gestione territoriale ordinaria".
"Inoltre significativo è vedere, con gli stanziamenti per il 2018, quanti ulteriori interventi è stato possibile avviare o addirittura completare - puntualizza Picco -. Tra questi si segnalano lavori di manutenzione sui ponti Papadopoli, del Pestrin, del Diavolo su rio di San Provolo, ponte Lagoscuro e Ragusei. Si è proceduto poi con l’intero rifacimento di ponte de Le Do Spade e del ponte Sartori. Per quanto riguarda il Ponte San Moisé, si è intervenuti con la realizzazione del nuovo piano di calpestìo, così come accaduto con la sostituzione della pavimentazione di tutta calle Nova de le Terese a Dorsoduro e il montaggio delle nuove rampe su ponte de Ca’ Balà, Salute, Longo, della Calcina, degli Incurabili. Sono stati eseguiti anche due importanti interventi di risanamento igienico in calle Muazzo e in calle Giacinto Gallina, mentre a Burano è stata realizzata una passerella a raso di collegamento tra le isole di San Martino e Terranova che permetteranno un attraversamento facilitato per i cittadini. Infine recentemente siamo intervenuti per mettere in sicurezza la struttura sotto la terrazza adibita a parcheggio dei motoveicoli sulla rampa del ponte della Libertà. Tutti interventi – presidente del Cda di Insula - realizzati in accordo con l’Amministrazione pubblica e l’Assessorato ai Lavori pubblici che hanno sempre dimostrato grandissima attenzione alle segnalazioni dei cittadini e sollecitando i nostri operatori ad intervenire in tempi quanto più rapidi possibile”.



Commenti disattivati

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: