Menu

La Sicilia si è svegliata in una situazione drammatica: dieci persone morte annegate e due dispersi, evacuate una cinquantina di famiglie, a causa dello straripamento dei fiumi Salso, Belice e Akragas. Ci sono molti disagi nei collegamenti sia nelle strade statali che provinciali e in alcune tratte ferroviarie.

Maltempo in Sicilia, morti e dispersi nel Palermitano.

Nei Pressi di Casteldaccia, l’esondazione del fiume Milicia ha causato la morte di nove persone tra cui due bambini di uno e tre anni e un ragazzino di quindici anni.

L’acqua ha raggiunto velocemente il tetto dell’abitazione della villa dove si trovavano sita al confine dei comuni di Altavilla Milicia e Casteldaccia, non distante dall’autostrada Palermo Catania.

Le vittime si erano trovati in villa per trascorrere una serata tra amici e parenti.

Salvi un uomo e una bambina, perché erano usciti a comprare dei dolci e una una terza persona, rimasta fuori dalla casa e aggrappandosi ad un albero, è riuscita a dare l’allarme con il cellulare  quando la casa è stata sommersa dall’acqua.

A Vicari, uno dei due dispersi Alessandro Scavone, titolare del distributore di carburanti è stato trovato morto.I due stavano andando a recuperare un giovane rimasto al distributore, quando l’auto è stata investita e travolta dall’acqua esondata dal fiume San Leonardo, quest’ultimo è riuscito a salvarsi lanciandosi dall’autovettura.

Invece, ancora disperso è il medico che si stava recando all’ospedale di Corleone per il cambio turno, Giuseppe Liotta di 40 anni, l’auto è stata ritrovata in contrada Raviotta tra Ficuzza e Corleone.

In corso le ricerche da parte della protezione civile di Corleone, del locale Commissariato di P.S., della locale Compagnia C.C., del Corpo forestale della Regione Siciliana. Sul posto anche i vigili del Fuoco dei Distaccamenti di Corleone e Partinico, nonché del Nucleo S.A.F. Presente anche la Polizia stradale di Buonfornello.

04.11.2018



Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: