Menu

Mercoledì 10 aprile, al Porto di Venezia, alla seconda edizione di “Play Day”

Presentazione della 2^ edizione di “Play Day”

 

Saranno oltre 1.400, i ragazzi delle scuole materne, elementari e medie della città che parteciperanno, mercoledì 10 aprile, al Porto di Venezia, alla seconda edizione di “Play Day”, la manifestazione promossa dall'associazione “Amici della laguna e del porto” in collaborazione con gli Itinerari educativi del Comune, la Regione Veneto, l'Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico settentrionale, il Comitato Paraolimpico italiano e V.T.P. Terminal passeggeri.

    L'evento è stato presentato questa mattina, al Porto, con una conferenza stampa a cui ha preso parte, in rappresentanza della città, la presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano.

    “E' con grande orgoglio – ha sottolineato la presidente Damiano – che il Comune collabora a questa iniziativa, che promette di essere ancora più grande e bella di quella, già meravigliosa, dello scorso anno. Lo sport è un grande strumento di inclusione sociale, è un veicolo di trasmissione di grandi valori, fondamentale per l'educazione e la crescita dei ragazzi.”

    Come ha ricordato il presidente dell'associazione “Amici della laguna e del porto”, Roberto Tonissi, quella di mercoledì sarà in effetti una vera e propria festa dello sport, con il Porto trasformato per un'intera giornata, dalle 8 alle 16, in una sorta di  villaggio olimpico, dove i bambini potranno provare a praticare vari sport, seguiti da istruttori prestigiosi: per il calcio ci saranno i giocatori del Venezia e gli ex portieri professionisti Benussi e Aprea; per il basket i giocatori della Reyer; per la canoa, l'olimpionico Daniele Scarpa, per l'arco, la campionessa Sandra Truccolo, tanto per citarne solo alcuni.

    Una festa, però all'insegna anche della solidarietà e dell'impegno civile. Sarà infatti il momento finale di un percorso che i ragazzi hanno compiuto durante l'anno nelle loro rispettive classi, partecipando a due iniziative, entrambe dedicate al tema della disabilità: quelli delle materne al concorso “Con gli occhi tuoi...”; quelli di elementari e medie a “C'è spazio per tutti...” (che ha portato anche alla realizzazione di disegni, tra cui ne verranno scelti alcuni che diventeranno veri e propri cartelli stradali).

    Il Porto di Venezia, come ha ricordato il suo presidente Pino Musolino, non solo ospiterà l'evento, ma realizzerà quest'anno anche la “piazza Porto di Venezia”, uno spazio dedicato ai bambini, che potranno partecipare a laboratori educativi legati al tema del mare. Ci saranno inoltre stand espositivi da visitare, si potrà giocare, dipingere automobili, cimentarsi su percorsi legati al tema della disabilità, o anche, firmare, per futura memoria della giornata, con l'impronta della propria mano, un muro, messo a disposizione da Vtp passeggeri, questa mattina presente con il suo direttore generale, Galliano Di Marco.



Commenti disattivati

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: