Menu

Associazione "un Cuore un Mondo" di Padova, punto di riferimento del Triveneto per i reparti di Cardiochirurgia e Cardiologia Pediatrica

Dolomites Street ci mette il cuore. Non solo supercars, ma anche beneficenza.

Lo staff di Dolomites Street, il raduno di auto sportive più grande d'Europa, ha consegnato un contributo di 4200 euro all'associazione "Un Cuore un Mondo" di Padova, punto di riferimento del Triveneto per i reparti di Cardiochirurgia e Cardiologia Pediatrica presso l'azienda ospedaliera patavina. Un gruppo di volontari che da 20 anni assicura accoglienza alle famiglie, si prende cura dei piccoli pazienti e da 16 anni una volta all'anno si fa promotrice di una missione in Eritrea, 12 giorni di operazioni con 25 medici per salvare la vita a tanti bambini. Allo Sport Hotel Cristal di Falcade la consegna dell'assegno al presidente Franco Palma e al consigliere Leone Basso. "E' un piccolo contributo - hanno spiegato Alain Dotta e Andrea Zanvit di Dolomites Street - raccolto con i pasti della nona edizione dell'evento autunnale. Una scelta guidata da Patrick Tigliani che fa parte del nostro staff". A Falcade è stata l'occasione per ringraziare i tanti collaboratori del raduno europeo che ad ottobre taglierà il traguardo del decennale. Sarà un evento importante, i particolari saranno resi  noti nelle prossime settimane sui consueti canali, sono in tanti in Italia e non solo che attendono di cerchiare di rosso il giorno sull'agenda per un evento che si svilupperà con il tour tra le Dolomiti Patrimonio dell'Unesco, soprattutto con l'esposizione delle auto e la festa che ha saputo coinvolgere nuove e vecchie generazioni.

 

 



Commenti disattivati

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: