Menu

Sarà il fagiolo Verdon il protagonista della festa di San Martino, domenica 11 novembre

Festa di San Martino a Quarto d’Altino con pane, biscotti e gelato al fagiolo Verdon.

Sarà il fagiolo Verdon il protagonista della festa di San Martino, domenica 11 novembre a Quarto d’ Altino, il fagiolo ritrovato, il fagiolo nobile che per la sua delicatezza veniva portato in tavola alla domenica dai contadini Altinati e non poteva mancare in quella del Conte.

Così ricordano e raccontano le nostre nonne, figlie della mezzadria, che proprio il giorno di San Martino vivevano giorni di preoccupazione per lo scadere dei contratti agrari e la paura di dover lasciare campi e casa colonica e trasferirsi con le loro poche e misere cose dove c’era bisogno di braccia per lavorare i campi.

Appezzato fin d’allora, prelibato, gustoso e soprattutto dai valori nutrizionali eccezionali tanto da meritarsi il titolo di “bistecca vegetale”.

Coltivato con i metodi tradizionali, interamente a mano, senza uso della chimica e con concimazioni naturali è un miglioratore ambientale in quanto azoto fissatore, un produttore di concime naturale utile per le coltivazioni successive.

“In questa seconda edizione, organizzata in collaborazione con il Comune di Quarto d’Altino, abbiamo pensato – ci dice il Presidente dell’Associazione di tutela del Fagiolo Verdon, Pierpaolo Zanotto – di offrire la degustazione del nostro fagiolo, oltre che nella classica pasta e fagioli, preparata dalla Proloco, anche in modo originale, nei deliziosi biscotti e in un pane unico, dove la farina del fagiolo si combina con la farina Petra 1 di grano tenero macinata a pietra e il lievito madre sapientemente preparati dal panificio Bello di Mestre”.

Chi, approfittando dell’estate di San Martino, farà visita agli stand della mostra mercato nel campo Parrocchiale,  troverà le eccellenze enogastronomiche del territorio, dagli ortaggi rigorosamente di stagione, le conserve e le confetture, il vino novello e la birra artigianale, le noci e il miele e gli artigiani del riciclo e della lavanda, potrà degustare l’ultimo gelato preparato dalla Bottega del Gelato, che non poteva essere che rigorosamente al fagiolo Verdon, addolcito con le noci d’Oro certificate dell’azienda Aurora  dei fratelli Bacchin e il miele di castagno dell’apicoltore Rubinato di Roncade.

Una festa anche per i bambini che avranno uno spazio dedicato nel laboratorio artistico con Hobbypaint e potranno partecipare al battesimo della sella, organizzato dal circolo ippico MESH, in attesa dell’arrivo di San Martino a cavallo accompagnato dallo spettacolo degli sbandieratori di Croce.

Il fagiolo Verdon potrà essere degustato, accompagnato ai piatti tipici locali, grazie alla collaborazione dei ristoratori di Quarto d’Altino, La Corte, Da Odino, Antica Altino e Le Vie, Il Trovatore di Ceggia, la Fattoria i Canarini di Fossalta di Piave, alla Fossetta di Musile, il Basilisco di Treviso e la pizzeria Capri di Ponte di Piave sabato 10 e domenica 11 e per tutto il mese di novembre.

Per l’occasione il mondo agricolo organizza la Giornata del Ringraziamento, storico appuntamento voluto dagli associati di Coldiretti, che vede i coltivatori Altinati offrire all’altare i frutti della terra con l’auspicio che i cambiamenti climatici non interferiscano negativamente sui processi produttivi.

“Per la prossima edizione l’Associazione ha un progetto, - vuol anticipare il presidente Zanotto – coniugare le eccellenze enogastronomiche del territorio con la storia archeologica di Altino, per un’offerta unica ai tanti turisti che soggiornano o attraversano il nostro paese”.

 

Zanotto Pierpaolo Presidente Associazione di Quarto d’Altino di tutela del fagiolo Verdon



Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: