Menu

Centro Internazionale del Libro Parlato, attivazione di una postazione per la registrazione di audiolibri presso la Biblioteca Civica

DONATORI DI VOCE – Libro parlato

 

Sono trascorsi nove mesi dall’inizio della proficua collaborazione tra la Biblioteca Civica di Bassano del Grappa ed il Centro internazionale del Libro Parlato di Feltre, primo e (per ora) unico esperimento di questo genere in tutta Italia. Dopo un primo periodo dedicato al reclutamento e alla formazione dei volontari, è entrata a pieno regime l’attività dei volontari donatori di voce. Circa un’ottantina hanno superato il provino che li ha abilitati alla registrazione degli audiolibri, e di questi già trentadue hanno ricevuto dal CILP l’assegnazione di un libro da registrare. La registrazione avviene presso la biblioteca civica che ha allestito uno spazio, dotato di apposita strumentazione.

A seguire il progetto, oltre ai bibliotecari, i due referenti per la zona del Bassanese del CILP, Anna Branciforti e Fabio Dalla Zuanna. “Siamo molto orgogliosi nel vedere quante persone decidono di dedicare il loro tempo e le loro energie a chi non può godere della bellezza della lettura” spiegano i due referenti.

Ma la collaborazione si arricchisce ora di un servizio in più: la biblioteca è infatti diventata punto di prestito di audiolibri rivolto alle persone con diverse abilità, attingendo all’enorme catalogo che negli anni è stato prodotto dal Centro per il libro parlato, attualmente costituito da oltre 11.000 titoli aperti al prestito gratuito. “Un catalogo che ogni anno si arricchisce di mille nuovi audiolibri – precisano i referenti del CILP - registrati da oltre 300 donatori di voce che volontariamente offrono il loro tempo, il loro impegno e la loro lettura perché le persone cieche, dislessiche o con altre disabilità, vedano entrare nella loro mente la luce delle storie raccontate, ma anche perché gli studenti o gli studiosi con difficoltà visive possano ampliare le conoscenze storiche e scientifiche attraverso i saggi, e i libri scolastici e universitari”.

Ma l'audiolibro o libro parlato ha anche altri vantaggi: da esso possono trovare benefici le persone anziane che hanno difficoltà a leggere. La voce narrante può affascinare ed emozionare più di un film perché è uno stimolo ad immaginare, a vedere ciò che viene raccontato. È inoltre dimostrato che l'audiolibro può essere di giovamento per alcune persone malate, che soffrono ad esempio di malattie come l’Alzheimer, perché ha il dono di rilassare: chi lo ascolta, si lascia condurre  dalla sequenza delle parole, fino ad abbandonarsi ad uno stato di tranquillità.

Per accedere al servizio di prestito gli interessati, che devono autocertificare la condizione di disabilità, possono rivolgersi al personale bibliotecario per scegliere i titoli dal catalogo on line e, con l’ausilio dell’operatore, scaricare i file audio su chiavetta o su un lettore.



Commenti disattivati

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: