Menu

“Un evento di qualità che aiuta ad attrarre un turismo di nicchia, valorizzando la creatività della città e della regione”

“Fashion Week 2019”: doppio appuntamento a primavera e in inverno.

Sono pronti ad accendersi i riflettori sulla moda slow, artigianale e sartoriale creata a Venezia e nel Veneto: torna infatti anche quest'anno la “Venice Fashion Week”, che ancora una volta propone un doppio appuntamento a primavera, dal 28 al 30 marzo, e in autunno, con la “Winter Edition” dal 17 al 26 ottobre. Si tratta di un evento sulla cultura della moda, organizzato da “Venezia da Vivere” in collaborazione con il Comune di Venezia, che porta in città designer e brand made in Italy e internazionali, coniugando glamour e sostenibilità.

La presentazione dell'iniziativa si è svolta all'Hotel Bonvecchiati, alla presenza dell'assessore comunale al Turismo, Paola Mar, e degli organizzatori, Laura Scarpa e Lorenzo Cinotti. Erano poi presenti numerose protagoniste dell'edizione primaverile, che è dedicata in particolare alla creatività femminile. Non a caso, infatti, la manifestazione si inserisce non solo nel calendario “Le Città in Festa” del Comune di Venezia, ma anche nel palinsesto del Marzo Donna 2019, organizzato anch'esso dal Comune.

“In qualità di assessore al Turismo – ha esordito Paola Mar - collaboro a questo evento fin da quando si è insediata la Giunta. L'ho visto crescere e sdoppiarsi e, come sempre quando un evento si ingrandisce, è un buon segno: vuol dire che funziona. Vedere che sono coinvolte tante forme di creatività della città e della regione è importante e fa capire come far rete per offrire prodotti innovativi sia vincente”.

L'assessore ha poi inquadrato la Fashion Week in un discorso più ampio relativo alla promozione del turismo di qualità: “Invito gli organizzatori a fornirmi al più presto i dettagli della dieci giorni di ottobre, perché – ha annunciato – come Comune abbiamo aperto un nuovo canale di rapporti con gli Enti, per far conoscere le nostre eccellenze ed eventi di nicchia in largo anticipo, così da permettere di programmare arrivi di target selezionati di visitatori. Questo è infatti un altro modo per accedere a mercati turistici diversi. Come Amministrazione ci stiamo impegnando per portare il brand di Venezia nel mondo nelle sue diverse articolazioni, per far sì che manifestazioni come queste possano configurarsi come attrattori di pubblici specifici. Infatti il turismo oggi ha bisogno di declinazioni diverse e di essere comunicato nel modo giusto. Il viaggiatore d'élite è alla ricerca di differenziazione, vuole superare l'omologazione della globalizzazione: per intercettarlo servono allora eventi di qualità e la Fashion Week ne è un esempio”.

La rassegna di moda comprende sfilate, convegni, mostre e cocktail in palazzi, hotel, gallerie e atelier, ma anche in botteghe artigiane, boutique e campi, perché vuole contribuire a far riscoprire luoghi meno noti della città. Nell'edizione primavera sono in programma 16 eventi in 14 locations, ad accesso gratuito su prenotazione e fino ad esaurimento posti. Per informazioni: www.venicefashionweek.com



Commenti disattivati

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: