Menu

UNA SEZIONE ESPOSITIVA AL MUSEO ETNOGRAFICO DEL FRIULI

“PANE E ALFABETO”

 

Venerdì 29 alle ore 16:30 presso il Museo Etnografico del Friuli viene presentato il percorso espositivo, curato da Gaetano Vinciguerra, dal titolo “Pane e alfabeto”, a integrazione della ricerca dedicata alle scuole elementari comunali di Udine dal 1866 al 1933.

 

L’itinerario illustra aspetti qualificanti dell'azione del Comune di Udine che sostenne due iniziative considerate tra le più benemerite della città: l'Educatorio "Scuola e Famiglia" e il Ricreatorio popolare per i figli degli operai "Carlo Facci" che agirono in relazione tra loro e con la Società Protettrice dell'Infanzia con il risultato di costituire una rete educativa di sostegno alla condizione minorile cittadina. 

 

L'Amministrazione Comunale, soprattutto a fine secolo XIX, s'impegnò per qualificare l'azione didattica delle proprie scuole, varando un piano edilizio ambizioso e migliorando l'insegnamento grazie a metodi e materiali innovativi. Furono introdotti insegnamenti speciali, non previsti dai programmi nazionali, ma ritenuti di valenza educativa: ginnastica, canto corale, disegno, lavori manuali, economia domestica, insegnamento agrario. Si diede vita alle Biblioteche di classe per incrementare la lettura. 

 

La direzione generale delle scuole comunali s'impegnò ad affrontare il problema degli alunni con disturbi di apprendimento e di comportamento o di malattia. Udine, ad esempio, istituì una Scuola all'aperto, che ebbe sede sul pendio del Castello di Udine, nell'orto di Palazzo Bartolini. 

 

Il percorso è ospitato in una sala e presenta materiali didattici d’epoca e un apparato esplicativo e storico.



Commenti disattivati

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: