Menu

Ritorna la rassegna Indie Voices al Centro Culturale Candiani: il primo appuntamento è il 17 aprile

Concerto di “OoopopoiooO – Elettromagnetismo e Libertà” – Rassegna Indie Voices al Centro Culturale Candiani

 

Torna al Centro Culturale Candiani Indie Voices, la rassegna di musica indipendente realizzata in collaborazione con Macaco Records che propone per la decima edizione un programma ricco e originale, al femminile e tutto italiano.

La rassegna si apre mercoledì 17 aprile alle ore 21 con OoopopoiooO. In occasione dei cent'anni dalla nascita del Theremin (strumento musicale elettronico, il più antico conosciuto che non preveda il contatto fisico dell'esecutore con lo strumento) il gruppo formato da Valeria Sturba e Vincenzo Vasi esce con il secondo album intitolato Elettromagnetismo e Libertà.

Sotto questo titolo epico si cela un lavoro creativo e compositivo volto a superare le forme più congeniali e conosciute, ribaltando il tutto in un nuova miscela pop dove convivono in armonia combinazioni stilistiche distanti tra loro quali la musica contemporanea, il minimalismo, tarantelle techno, rap improbabili, musica popolare e finte filastrocche da cantare con l'amico immaginario.  

OoopopoiooO è una band che sorprende per audacia, coraggio e fantasia; è la prova evidente che la musica è senza limiti, capace di portarci lontano dove meno ci aspettiamo. Circondati da tastierine, giocattoli colorati, antenne, archi e corde, tornano sui palchi di tutti gli universi.

Venerdì 3 maggio, sempre alle ore 21.00, sarà protagonista una tra le realtà più trasversali e interessanti del panorama musicale contemporaneo: la Rappresentane di Lista. Autentica rivelazione, il duo nasce nel 2011 dall'incontro della cantante Veronica Lucchesi con il chitarrista Dario Mangiaracina. Sin dagli esordi raccolgono consensi di pubblico e critica e il primo album è stato candidato al Premio Tenco come miglior disco d’esordio.

Dal vivo sono accompagnati da una numerosa e strepitosa band capace di esprimere al meglio il loro stile definito da Blowup folk/jazz/soul/funky pop metropolitano e insieme ancestrale”.

Il loro nuovo album, Go Go Diva propone una figura femminile come guida, la band lo definisce come “un invito a perdersi, a battersi, a spogliarsi e a cantare con tutta la voce che si ha in corpo. Nell’inferno dei desideri, nel buio della paura, nell’oscurità di questa notte noi ci sentiamo maledettamente vivi”. Le prime date annunciate della Rappresentante di Lista sono già soldout, a conferma del successo di questo gruppo rivelazione dell'Indie italiano.



Commenti disattivati

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: