Menu

Questura di Belluno INTERVENTI DELLA POLIZIA DI STATO. SQUADRA VOLANTI: CONTROLLO DEL TERRITORIO

Belluno
Continua incessante l’attività delle Volanti su tutta laprovincia; la Polizia ha infatti ulteriormente potenziato i servizi per la prevenzione dei reati e per il controllo del territorio.
Sabato 19 maggio, nel pomeriggio, gli uomini delle Volanti, hanno fermato un veicolo che aveva azzardato delle manovre in viale Ugo Neri, a Belluno, che agli agenti sono sembrate sospette. I poliziotti hanno così raggiunto l’auto in via Sala nei pressi del “Bar 82” e l’hanno fermata per un controllo.
A bordo dell’autovettura c’erano due giovani, tuttavia soltanto il guidatore, un ragazzo di Vasto del ’96, residente a Belluno, ha attirato l’attenzione degli agenti che hanno subito notato vicino al suo sedile un “grinder” in metallo colorato; all’interno di questo tracce di sostanza stupefacente. In seguito al controllo poi è stato, inoltre, rinvenuto un pezzetto di hashish di circa 2 grammi.
Il giovane alla guida, che in seguito ha dichiarato di aver acquistato la sostanza a Jesolo (VE), è stato segnalato alla Prefettura per detenzione di sostanze stupefacenti e la sua patente è stata ritirata; inoltre, per la condotta di guida tenuta prima di essere fermato dalla Volante, è stato sanzionato ai sensi dell’art. 141 commi 3 e 8 del CdS.
Nella mattina del 21 maggio scorso, gli uomini delle Volanti, hanno deferito in stato di libertà un uomo del trevigiano del ’68, per la violazione del Divieto di Ritorno nel Comune di Feltre, un reato previsto e punito dall’Art.76 comma 3 del Decreto Legislativo nr. 159 del 6 settembre 2011. Infatti, nell’ambito degli appositi servizi di controllo del territorio, predisposti con particolare riguardo alla città di Feltre, i poliziotti, presso il piazzale antistante la stazione ferroviaria, hanno notato l’uomo già conosciuto alle forze dell’ordine, in quanto si tratta di un pluripregiudicato con a carico reati di furto e rapina e destinatario di un provvedimento del Divieto di Ritorno nel Comune di Feltre per tre anni emesso dal Questore di Belluno nel mese di ottobre 2017 che già in passato aveva più volte violato. Pertanto, D.L. è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per la terza volta per il suddetto reato ed allontanato dalla città; per lui la situazione si aggrava sempre di più.
La Squadra Volanti, ancora, venerdì mattina ha fermato, in largo Ugo Neri a Belluno, un altro uomo sempre della provincia di Treviso, con precedenti per reati contro il patrimonio; gli agenti, nell’ottica di un potenziamento dell’attività di prevenzione contro tali tipi di reato hanno deciso, dati i precedenti, di approfondire il controllo; l’uomo è stato così trovato in possesso di un coltello a serramanico di circa 13 cm che i poliziotti hanno prontamente sequestrato mentre lui è stato poi denunciato per possesso ingiustificato di armi.
Sempre venerdì mattina, questa volta sul fronte della lotta ai fenomeni legati allo spaccio ed all’uso di sostanze stupefacenti gli uomini della Volante, durante il pattugliamento del Parco Fluviale Lambioi, insospettiti dal comportamento di un ragazzo hanno deciso di intervenire.
Il giovane, un bellunese di 17 anni, è stato trovato in possesso di due involucri di cellophane uno contenente circa 0.3 grammi di marijuana e l’altro circa 0.2 grammi di hashish e di un macina-erba in metallo; gli agenti quindi tenuto conto delle circostanze lo hanno accompagnato in Questura, dove oltre al sequestro della sostanza stupefacente, si è proceduto a deferirlo in Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti.
Due sono state infine le denunce per resistenza e oltraggio e minaccia a Pubblico Ufficiale.
Il primo episodio martedì sera quando alle venti circa in piazza Vittorio Emanuele la Volante ha controllato due ragazzi; uno di questi, sin da subito insofferente ed infastidito, ha insultato gli agenti tentando di scappare lasciando loro addirittura il documento. Il ragazzo è stato raggiunto dai poliziotti ed ha tentato di divincolarsi senza riuscirci, strattonandoli; accompagnato in Questura è stato denunciato per oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale.
Il secondo episodio risale invece alla notte di mercoledì quando gli uomini delle Volanti si sono recati a casa di una persona sottoposta alla misura di sicurezza della sorveglianza speciale per verificare il rispetto delle prescrizioni previste. L’uomo, uno straniero del 1988, non era in casa, cosa che evidentemente non avrebbe potuto fare data la misura a cui è sottoposto; la Volante lo ha subito individuato poco dopo, vicino la sua abitazione e lo ha fermato ed a questo punto che è andato in escandescenza, iniziando a minacciare verbalmente gli operatori. L’uomo, nonostante i poliziotti avessero provato a farlo ragionare, ha affrontato gli stessi con tono di sfida. Dopo le formalità di rito è stato denunciato a piede libero all’Autorità Giudiziaria per minaccia e oltraggio a Pubblico Ufficiale e la sua posizione si è ulteriormente aggravata.
L’attività di prevenzione e di controllo del territorio è sempre costante in provincia.



Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: